Basilica di S.Francesco di Assisi 2015

Basilica Superiore

illuminazione-basilica-assisi

Elementi fondativi del progetto

Il nuovo sistema di illuminazione, si pone come principale obiettivo l’equilibrio delle luminanze su superfici affrescate e volumi architettonici, in modo da esaltare la qualità spaziale, costruttiva e pittorica della Basilica, nel rispetto del comfort visivo per i visitatori, delle esigenze conservative delle opere, del contenimento dei consumi energetici, per tutta la vita utile dell’impianto.

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

L’impianto di illuminazione artificiale è stato progettato in base alle esigenze di seguito riportate:

  • Esaltazione delle caratteristiche morfologiche e di spazialità dell’edificio
  • Equilibrio delle luminanze su tutte le superfici interne finalizzato al massimo livello di comfort per gli utenti in tutte le attività previste all’interno della Basilica
  • Miglioramento delle condizioni di conservazione delle superfici pittoriche tramite impiego di sorgenti led a luce calda (nessuna emissione di radiazione UV e bassa emissione di componente blu nel visibile) e limitazione dei livelli di illuminamento medi sugli affreschi.
  • Valorizzazione delle superfici pittoriche attraverso livelli di illuminamento e di uniformità ottimali
  • Abbattimento dei consumi energetici, ottenuto attraverso l’impiego di tecnologia LED di ultima generazione, di ottiche di qualità ed ottimizzate sulle geometrie interne, di sistemi di regolazione dei flussi calibrati sui diversi usi della Basilica
  • Minimizzazione dell’impatto visivo degli apparecchi di illuminazione grazie alla dimensione contenuta degli apparecchi LED ed il posizionamento al di fuori delle zone di visibilità degli apparecchi preposti all’illuminazione indiretta
  • Abbattimento dei fenomeni di abbagliamento attraverso la riduzione del flusso luminoso totale degli apparecchi che compongono i lampadari e la riduzione degli angoli di puntamento lungo l’asse longitudinale della Basilica
  • Abbattimento dei costi di manutenzione grazie alla durata della tecnologia LED ed ai sistemi di stabilizzazione dei puntamenti degli apparecchi di illuminazione
  • Ottimizzazione della flessibilità d’uso della Basilica, attraverso diversi scenari di luce, rispondenti alle diverse attività: visita ordinaria, visita speciale, celebrazione, servizio/sorveglianza

Particolare attenzione è stata data al contenimento dell’impatto visivo degli apparecchi – sia da accesi che da spenti. Questo obiettivo è stato perseguito sfruttando i piani orizzontali del ballatoio per l’installazione di barre led per l’illuminazione della parte superiore della navata, non visibili dai visitatori.

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

I lampadari hanno mantenuto morfologia e posizione dei lampadari esistenti, su richiesta della Committenza, ma sono stati ottimizzati in relazione alla dimensione degli apparecchi ed al controllo dei flussi luminosi.

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

Ulteriori sistemi a bassa potenza, non previsti nell’impianto esistente, sono stati introdotti per sottolineare alcune volumetrie e dettagli architettonici.  In basso  lo schema concettuale del nuovo sistema di illuminazione.

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

Basilica Inferiore

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

Elementi fondativi del progetto

Il nuovo sistema di illuminazione, si pone come obiettivo principale l’equilibrio delle luminanze su superfici affrescate e volumi architettonici, così da esaltare la qualità spaziale, costruttiva e pittorica della Basilica, nel rispetto del comfort visivo dei visitatori, delle esigenze conservative delle opere e del contenimento dei consumi energetici, per tutta la vita utile dell’impianto.

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

L’impianto di illuminazione artificiale è stato progettato in base alle esigenze di seguito riportate:

  • Miglioramento delle condizioni di conservazione delle superfici pittoriche, tramite impiego di sorgenti led a luce calda (nessuna emissione di radiazione UV e bassa emissione di componente blu nel visibile) e limitazione dei livelli di illuminamento medi sugli affreschi a 80 lux;
  • Valorizzazione delle superfici pittoriche attraverso livelli di illuminamento e di uniformità ottimali;
  • Esaltazione delle caratteristiche morfologiche e di spazialità dell’edificio;
  • Minimizzazione dell’impatto visivo grazie alla dimensione contenuta degli apparecchi LED e posizionamento al di fuori delle zone di visibilità degli apparecchi preposti all’illuminazione indiretta;
  • Abbattimento dei fenomeni di abbagliamento, con riduzione del flusso luminoso totale degli apparecchi contenuti nei lampadari, riduzione degli angoli di puntamento lungo l’asse longitudinale della Basilica e disposizione ad altezza opportuna dei lampadari;
  • Equilibrio delle luminanze su tutte le superfici interne, finalizzato al massimo livello di comfort per gli utenti in tutte le attività previste all’interno della Basilica;
  • Illuminazione indiretta verso l’alto per valorizzare le volte e la decorazione stellata su fondo blu, presente all’ingresso e lungo la navata centrale;
  • Abbattimento dei consumi energetici, ottenuto attraverso l’impiego di tecnologia LED di ultima generazione, di ottiche di qualità ottimizzate sulle geometrie interne, di sistemi di regolazione dei flussi calibrati sui diversi usi della Basilica;
  • Abbattimento dei costi di manutenzione grazie alla durata della tecnologia LED ed ai sistemi di stabilizzazione dei puntamenti degli apparecchi di illuminazione;
  • Ottimizzazione della flessibilità d’uso della Basilica attraverso diversi scenari di luce, ciascuno rispondente ad una specifica attività: Sorveglianza, Visita, Preghiera e Celebrazione.

progetto illuminazione led basilica di san francesco assisi

Nelle dimensioni e nelle forme, i nuovi lampadari ricordano quelli preesistenti ma la realizzazione di un oggetto custom si è resa necessaria per ottimizzare al meglio le potenzialità dell’apparecchio nel suo complesso. La leggera sfaccettatura della parte inferiore, entro la quale sono alloggiati gli apparecchi predisposti all’illuminazione diretta, permette di definire le angolazioni migliori del fascio luminoso rispetto alle superfici orizzontali da illuminare.

Nella parte superiore di ciascun lampadario sono collocati gli apparecchi destinati all’illuminazione delle volte e delle pareti, orientabili secondo le necessità degli spazi trattati. La struttura cava del lampadario costituisce un ulteriore aspetto strategico del progetto, poiché al suo interno sono stati alloggiati gli alimentatori necessari al corretto funzionamento del lampadario. I dispositivi risultano quindi protetti e nascosti alla vista.

schemi concept_inferiore

FABERtechnica per la Basilica Di Assisi è:
Responsabile del Progetto e Coordinatore Scientifico:
Marco Frascarolo
Coordinatore operativo:
Stella Cardella
Gruppo di Progettazione:
Stella Cardella, Roberta D’Onofrio, Sara Forlani, Elisa Forlini, Marco Frascarolo, Maria Fernanda Pellecer, Momoko Nakahara.
Per la progettazione dei sistemi tecnologici ci siamo avvalsi della competenza di Federico Ognibene, affiancato da Andrea Rastrello e Alice Vianello (ILM Lighting).