Residenze universitarie a Valco San Paolo

Atrio_principale4_rid
Atrio_A_rid
Soggiorno_comune1_rid
Sala_studio2_rid
Sala_studio3_rid
Scale_V1_rid
Scale_V2_rid
Scale_V3_rid
Vuoto_C_rid

Il nuovo studentato di Valco San Paolo nasce dalla collaborazione tra Regione Lazio e Dipartimento di Architettura di Roma Tre, che si è fatto carico della progettazione. L’edificio sorge su un’area già interessata dalla presenza di numerose strutture universitarie, oltre che dell’Istituto Tecnico Rossellini. Stretto tra queste preesistenze e il rettifilo di vicolo Savini, l’edificio si presenta come un unico, perentorio segno lineare, lungo 240 metri per tre piani fuori terra. L’orizzontalità del volume viene assunta come caratteristica fondativa della sua immagine esterna, mentre all’interno le doppie altezze e i numerosi lucernari recuperano la dimensione verticale, inondando di luce l’intero edificio. Capace di ospitare 200 studenti, in diverse e innovative soluzioni tipologiche, l’edificio contiene anche numerosi spazi collettivi, servizi e due scuole di alta formazione.

Luogo: Roma
Fine Lavori : 2021
Responsabile scientifico: Mario Panizza
Progetto architettonico: Lorenzo Dall’Olio e Francesco Maria Mancini con Nicoletta Ciambelli, Viviana Gori, Maria Iacovone, Valerio Melchiorre, aldo Perrotta, Chiara Possenti
Progettazione esecutiva degli impianti: Futura Technologies
Tipologia: Public Spaces
Photo Credits: Lorenzo Dall’Olio
FABERtechnica per le Residenze universitarie è:
Coordinatore scientifico: Marco Frascarolo
Coordinatore operativo: Roberta D’onofrio
Collaboratori: Maria Fernanda Pellecer, Stella Cardella